Formazione sulle culture, i saperi e i sapori toscani

Curiosità sulle città della Toscana

Curiosità sulle città della Toscana

Caffè Le Giubbe Rosse 

Il Caffè Le Giubbe Rosse è un caffè storico di Firenze, situato in piazza della Repubblica. II locale fu fondato nel 1897 da fabbricanti di birra tedeschi: i fratelli Reininghaus,. Secondo la moda viennese del tempo, i camerieri indossavano eleganti giubbe rosse e i fiorentini che trovavano difficoltà nel pronunciare il nome straniero del caffè dei fratelli tedeschi, cominciarono a dire: "andiamo da quelli delle giubbe rosse", da allora l’elegante locale fu chiamato Le Giubbe Rosse. Dall’anno 1913 il caffè  divenne la sede prescelta dei futuristi fiorentini e si trasformò in luogo di incontro per letterati e artisti italiani e stranieri. Oggi Le Giubbe Rosse è ancora un bellissimo caffè all’interno del quale si possono ammirare le pareti interamente coperte da foto, disegni e memorie dei suoi celebri frequentatori.

 

Il Castello dell'Imperatore Federico II 

Il Castello dell'Imperatore Federico II è una delle più importanti testimonianze dei castelli Svevi o Federiciani (cioè costruiti per l’Imperatore Federico II) nell’ Italia settentrionale. Federico d'Antiochia, figlio di Federico, era presente alla erezione del castello fatta dall’architetto dell'Imperatore in Sicilia, Riccardo da Lentini. L’architetto dette al castello la particolarità della tipica bicromia toscana dovuta all'utilizzo del calcare, detto alberese, proveniente dal letto del fiume Bisenzio, e dalla serpentina di Monte Ferrato detta infatti  verde di Prato. Anche alcuni dei più importanti monumenti di Firenze, coma San Miniato, Santa Maria del Fiore, Santa Maria Novella ed il Battistero, sono costruiti con questa bicromia.

 

Massa e lo Spino Fiorito

La città moderna fu signoria di due importanti famiglie: i Malaspina, e in seguito i Cybo. In realtà si tratta quasi della stessa dinastia, infatti i Malaspina, signori della Lunigiana, erano divisi in due tronconi: lo Spino Fiorito e lo Spino Secco, sempre in lotta fra di loro. Fra i due rami dovette intervenire come paciere addirittura Dante Alighieri. Dopo anni e anni di lotte Ricciarda dello Spino Fiorito si sposò con Lorenzo Cybo, proveniente da una nobile famiglia genovese e quindi i Malaspina e i Cybo ebbero la stessa discendenza dallo “Spino Fiorito”. Ancora oggi nella Rocca Malaspina di Massa, splendido esempio di rocca fortificata medievale, si può ammirare la Sala della Spina, raffigurante lo Spino Fiorito.